Servizio e Previdenza Pubblica

Assemblea Provinciale UNMS Napoli 2015

Lo Studio Legale Guerra traccia le linee guida per una strategia comune, da parte di rappresentanze del personale in congedo e in servizio, per tutelare i diritti dei Servitori dello Stato.

Un contesto normativo complesso, sfumato e in continua evoluzione, Istituzioni poco attente alle istanze di categoria e ristrettezze di bilancio: a causa di questi fattori, i Servitori dello Stato che hanno subito infermità o menomazioni nell’esercizio delle proprie funzioni, spesso non beneficiano dei diritti cui avrebbero titolo. 
È questa la premessa alla base del convegno dal titolo “UNMS e personale in servizio. Condividere le competenze, moltiplicare le tutele”, tenutosi a Napoli il 20 giugno del 2015.
Per uscire da questa impasse è necessario che quanti più cittadini siano informati e consapevoli dei propri diritti e che l’UNMS e le altre rappresentanze del personale in attività collaborino sul terreno comune delle più recenti evoluzioni giurisprudenziali. Una su tutte, la svolta epocale per il personale in servizio di poter ricorrere anche alla Corte dei Conti avverso il decreto negativo di dipendenza da causa di servizio.
 

 
Lavorare uniti per massimizzare l’impatto sull’agenda politica nazionale significa non solo influire positivamente sulle prossime risoluzioni del Legislatore, ma sensibilizzare tutte le parti in causa (Amministrazioni, CMO e CVCS, Magistratura, ecc.) affinché quanto già contemplato dalla legge non venga disatteso. In tema di Vittime del dovere ed equiparati, infatti, le norme ci sono, seppur frammentate. Tuttavia, vengono interpretate in modo sempre più restrittivo e discrezionale. L’avvocato Maurizio Guerra invita a non scoraggiarsi di fronte alle lungaggini burocratiche, alla complessità delle giurisprudenza e all’insensibilità dell’Amministrazione. Quando i requisiti ci sono e l’istanza è istruita correttamente, lo Stato finisce per riconoscere le provvidenze e i benefici previsti per le Vittime del Dovere, arretrati compresi.
 

 
L’unità di intenti è dunque la chiave di volta per una tutela sempre più organica dei diritti dei Servitori dello Stato. Rappresentanti del personale in congedo e in servizio, giuristi ed esperti medico-legali, Istituzioni e singoli cittadini uniti attorno ad un duplice obiettivo: la divulgazione della cultura giuridica e la condivisione di competenze. Su questi cardini dovrà far leva il futuro non solo dell’UNMS.
 
“UNMS e personale in servizio. Condividere le competenze, moltiplicare le tutele”.
 

Gli interventi degli altri relatori.

 

Le interviste ai relatori.

Copyright © 2017 - Studio Legale Associato Guerra - P. Iva: 01255900431