Servizio e Previdenza Pubblica

Convegno U.N.M.S. Trattamento risarcitorio dei pubblici dipendenti. Qualche sprazzo di luce?

Ospitato al circolo ufficiali dell’Esercito di Torino l’ennesimo impegno convegnistico dell' Unione Nazionale Mutilati Invalidi per Servizio, l’ente morale che come da statuto tutela gli interessi di militari e civili che abbiano riportato infermità o mutilazioni per servizio e a causa di esso nel corso della loro attività lavorativa alle dipendenze dello Stato o degli organi amministrativi periferici.

 

Tema del convegno, il trattamento risarcitorio dei pubblici dipendenti, buona platea di convenuti, ampie e documentate relazioni, saluti iniziali e intervento conclusivo delle autorità dell'unione, il Generale Vittorio Ghiotto Presidente della Sezione Provinciale di Torino, la Dott.ssa Micaela Allodi Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte e il Cavaliere Antonio Mondello Vice Presidente Nazionale.

Da aggiungere poi la presenza tra le altre del Dott. Vittorio Garino Presidente della Commissione Tributaria Regionale del Piemonte.

 

Proprio sul tema dell'incontro, il trattamento risarcitorio dei pubblici dipendenti e in particolare quelli del comparto difesa, sicurezza, vigili del fuoco e soccorso pubblico, l'intervento dell'Avv. Maurizio Maria Guerra, studio Legale Associato Guerra, da tempo a fianco dell'unione e dei suoi associati, un Guerra che commenta favorevolmente l'attuale normativa, a suo dire articolata e complessa nella sua generalità, ma in grado di fornire adeguate garanzie al personale suddetto con estensione di numerosi benefici ai familiari superstiti.

Nello specifico e per quello che riguarda la pensione privilegiata, parla Guerra dei notevoli benefici che potrebbero derivare dalle recenti proposte di legge, con riferimento a quella caldeggiata dall'Unione, proposta nella quale si prevede in luogo della pensione privilegiata l'istituzione di un assegno risarcitorio mensile esentasse reversibile in aggiunta alla pensione ordinaria maturata, proposta meritevole di attenzione e approfondimento.

 

Per quello che riguarda poi l'istituto risarcitorio per le vittime del dovere, l'Avv. Guerra ricorda come nell'ultimo decennio si sia provveduto alla regolamentazione della materia, prevedendosi le diverse ipotesi di legge per la qualifica di vittima del dovere o equiparato, con il conseguente accesso ai notevoli benefici di natura economico assistenziale, sia a favore del diretto interessato, sia in caso di suo decesso dei familiari superstiti, materia questa che registra il continuo impegno dell'Unione e dell'Avv. Guerra nel seguire con attenzione le pratiche affidategli.

 

Dopo l'Avvocato Guerra, complimentato per il suo impegno dai massimi dirigenti Provinciali e Regionali dell'Unione, altra relazione quella dell'Avv. Andrea Bava sugli orientamenti giurisprudenziali in tema di vittime del dovere, argomento combattutissimo sotto molti profili che, tra Cassazione Civile Consiglio di Stato e TAR, ha portato al pronunciamento di diverse sentenze in materia.

 

Prima del dibattito e delle premiazioni, l'intervento dell'Avvocato Silvana Borelli sul recupero a vario titolo degli importi pensionistici erogati, richieste che, dice la relatrice, non sono sempre comunque fondate, per cui il pensionato può contestare, spesso vittoriosamente, l'indebito sia esso parziale o totale.

Copyright © 2017 - Studio Legale Associato Guerra - P. Iva: 01255900431